3507 visitatori in 24 ore
 208 visitatori online adesso


destionegiorno
Stampa il tuo libro



My life

Peppe Cassese

Seduto sopra il tempo e la sua cima
io srotolo la trama inadempita
per raccontare brevemente in rima
dal fondo a tale vetta la salita.

Io ero e sono ancora sbarazzino
fremente con le favole del cuore
lustrando uno stentato scribacchino
col calcio mai mollato dell’ardore.

Studente ... (continua)


La sua poesia preferita:
Futuribile
Ti coprirò col manto del poeta
di chi ha solcato un vasto antico mare
senza una vela trepidante altare
con croci in...  leggi...

Nell'albo d'oro:
Quanno na mamma parte (Quando una mamma non c’è più)
Quanno na mamma parte e cchiù nun torna
pe’ dint’a ll’aria vola na madonna
ca nun te scorda e nun te lassa maje
e...  leggi...

E Napule (te chiamma)
E Napule s’appiccia tutt’e notte
vedenno ca stu munno se ne fotte
e quanno ‘o sole stuta ‘a lampadina
t’adduone ca sul’essa fa matina.

E Napule se guarda dint’o specchio
e appura ca stu core tuoio è squaquecchio
e canta tutt’o fele ‘e certa...  leggi...

Simmo tutte figlie ‘e Napule (Siamo tutti figli di Napoli)
Simmo cielo senza stelle
simmo aucielle senza scelle...

Simmo mare avvelenato
ca pavammo assaje salato...

Simmo nave...  leggi...

Ma comme faccio a dì?
Ma comme po’ sparì sta voce toia
si l’urdema canzone cerca ancora
‘a voglia ‘e fa scetà chesta città
ca aspetta sempe...  leggi...

Il cerchio della vita (o De amicitia)
Annulla le distanze
e spegne con la luce le mancanze
messaggio forte e inciso
griffato sulla pelle da un sorriso.

Infonde slancio e ardore
con tutta la baldanza del suo cuore
catarsi indefinita
congiunta al gioco immenso della vita.

Non guarda...  leggi...

Poesiucola
E’ il mio demonio eretico
è l’angelo impudente
che tramano per perdersi
in questo dolce niente
dove che il sole recita
le stelle fanno a gara
a navigare al netto
col lordo della tara.

E’ il primo e forse l’ultimo
è l’attimo...  leggi...

Ie campo pe magnà (Io vivo per mangiare)
Ie campo pe’ magnà
e me cumanna ‘a panza...
Parlanno cu crianza
ie l’aggia ‘mbuttunà.
Guardate comme è bella!
Sentite comme è chiena!
Manco zi’ Bacco ‘a tene:
chesta è sua maestà...

Cca dinto ce sta ‘o sfunno
‘o mmeglio ‘e tutta ‘a vita
ca è...  leggi...

Sì chella (Sei quella)
Sì chella c’ha creduto e ha combattuto
Sì chella c’ha sbattuto e c’ha vinciuto
Sì chella ca sapenno parpetià
ha dato a chesta storia ‘a verità.

Si chella c’ha ‘mparato a semmenà
Sì chella ca s’è miso a faticà
int’o ciardino ‘e chesta terra...  leggi...

’E sorde (I soldi)
" ‘E sorde songo ‘a meglia cumpagnia...
songo ‘o chiavino c’arape tutte ‘e porte! "
scramaje ‘o cchiù riccone ‘nnante ‘a...  leggi...

E mo’ ca ‘o tiempo
E mo’ ca ‘o tiempo se fa malamente
fujenno ‘a dint’e mane strafuttente
vulesse ‘ntrappulià sta scurnacchiata
ca resta sempe ‘a primma ‘nnammurata.

Essa è ‘mpicciosa ausata e scanuscente
ma ‘a sento ancora fresca e resbrennente
e pure si sta pazza...  leggi...

E chiove (E piove)
E chiove sotto ‘o cielo
e chiove e scenne ‘o ggelo.
e chiove ‘ncopp’a via
e chesta è ‘a strata mia.

E chiove pe...  leggi...

Sei (Sì)
Sei la mela e la condanna
sei un gelato con la panna
sei il cancello ancora chiuso
la mia vela pronta all’uso.

Sì na...  leggi...

’O tiempo passa e va (Il tempo passa e non torna)
‘O tiempo passa e va
‘ncopp’a sta terra ‘nfame
assieme a chesta vita
ca comme a margarita
se sfronna a poco a...  leggi...

E’ Natale tutt’e juorne
E’ Natale tutte ‘e juorne
quanno friddo, famme e scuro
nun te mettono paura...
quanno siente ca sta panza
nun te porta...  leggi...

Mio vecchio carillon
E suoni ancora
vecchio carillon
un po’ stonato e in parte trascinato
la musica che il sonno accompagnava
nei giorni che...  leggi...

Vita mia
Seduto sopra il tempo e la sua cima
io srotolo la trama inadempita
per raccontare brevemente in rima
dal fondo a tale...  leggi...

Fesso
E stu core mio ca è fesso
comme afferra int’o pruciesso
ca prop’isso è l’imputato
‘a ll’ammore è cundannato.

E pe’ sta...  leggi...

Me schiaffe Napule (Mi metti Napoli nelle canzoni)
Me schiaffe Napule int ‘e canzone
int’a stu spasso ca è tiempo latrone!
Cante e nun siente ‘e lamiente d’a gente
ca sconta...  leggi...

Peppe Cassese

Peppe Cassese
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
Futuribile (07/09/2019)

La prima poesia pubblicata:
 
Me schiaffe Napule (Mi metti Napoli nelle canzoni) (14/07/2013)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Quando (24/02/2020)

Peppe Cassese vi consiglia:
 Vita mia (24/08/2013)
 E chiove (E piove) (04/06/2014)
 Mio vecchio carillon (01/12/2013)
 Fesso (01/08/2013)
 Si fusse (lingua napoletana) Donne (03/07/2014)

La poesia più letta:
 
Il più dotato (24/08/2013, 13841 letture)

Peppe Cassese ha 18 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Peppe Cassese!

Leggi i segnalibri pubblici di Peppe Cassese

Leggi i 23 commenti di Peppe Cassese


Leggi i racconti di Peppe Cassese

Le raccolte di poesie di Peppe Cassese


Autore del giorno
 il giorno 05/02/2020
 il giorno 05/02/2020
 il giorno 24/08/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 08/06/2019 al 14/06/2019.
 settimana dal 09/03/2019 al 15/03/2019.
 settimana dal 11/06/2018 al 17/06/2018.
 settimana dal 12/06/2017 al 18/06/2017.
 settimana dal 04/07/2016 al 10/07/2016.
 settimana dal 29/06/2015 al 05/07/2015.

Seguici su:



Cerca la poesia:



Peppe Cassese in rete:
Invia un messaggio privato a Peppe Cassese.


Peppe Cassese pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno è il titolo della raccolta di tre popolarissimi racconti, i primi due scritti da Giulio (leggi...)
€ 0,99


Peppe Cassese

Salvatore (lingua napoletana) Fiabe

Dialettali
Ogne matina ‘e sette e meza in punto
nu certo Nascitiello Salvatore
n’angelo cumannato d’o Signore
se ‘nfrucia int’o serraglio de’ criature
ca ancora nun so’ nate e songo annure
senza nu nomme senza nu culore
ma pronte sulamente pe’ piccià...

Ne piglia nu migliaro a vienitenne
e ‘ncoppa ‘o munno puntualmente scenne
pecché add’e mamme lloro adda purtà
sti ninne ca so’ pronte p’affiurà.

Ma dint’o a chillu ‘mbruoglio vulantino
succede stantemente nu scumbino...
Comme se sente l’uosemo d’a terra
na smania stramma sti criature afferra
e scoppia ‘o pate- pate ‘e tutte ‘e guerre!

Chi vò l’Italia chi ‘a Gran Brettanna
chi Mosca chi Milano chi Losanna...
Nisciuno vò scetarse a Bekanìr
a Kàssala a Bilonga a Mocastìr...
Nisciuno sceglie l’Africa nisciuno ‘o Matogrosso
nisciuno vole ‘a famma nisciuno pelleossa.

Songo cecate e figlie a Santantuono
ma ‘mmostano ‘e vederce troppo bbuono...
Songo spugliate e figlie a Sangiuvanne
ma vonno sulamente ‘e meglie panne...

E si po’ vola ‘ncoppa ‘e terre ‘e famma
tutt’assieme nun vonno cchiù na mamma
e alluccano facenno ‘e disperate
maledicenno ‘o juorno ca so’ nate.

E allora Salvatore che po' fa’?
Se torna areto pe’ l’accuntentà?
Manco p’a capa: isso è capuzziello!
Piglia ‘a mappata e vola comme auciello
sempe cchiù ‘ncoppa se ne va fujenno
e cu sta cesta se ne va saglienno...

E saglie saglie saglie saglie ‘ncielo
e quanno ‘e sente mute spezza ‘o velo
e chille addubbecate ‘a l’aria fina
vanno sbarianno comme a na mappina...
‘O viento ‘e porta ‘nnante ‘e lato areto
e loro ‘ncopp’a terra senza fieto
scennono chianu chiano e po’ ‘mparanza
traseno cu mestiere int’a na panza
‘e ogne mamma e comme stanno fora
perdono ‘a vista pe na mangiatoria.

Perciò nun sanno si so’ nire oppure janche
si so’ nate int’a reggia o sotto ‘e banche...
Songo francese gialle o americane
te stennono chiagnenno sulo ‘e mane
cercanno dint’o scuro ‘a zezzenella
pecché mia gente chesta vita è bella.

Traduzione

Ogni mattina alle sette e trenta in punto
un certo Nascitiello Salvatore
un angelo che ha avuto il compito dal Signore
si introduce nel deposito dei bambini
che ancora non sono nati e sono nudi
senza un nome senza il colore della pelle
ma pronti solamente per piangere.

Ne raccoglie un migliaio a caso
e sul mondo puntualmente scende
perché li deve portare alle loro mamme
questi bambini che sono pronti per nascere.

Ma dentro a quel imbroglio volante
succede immediatamente il caos...
Come si sente l’odore della terra
una smania strana questi bambini afferra
e scoppia la guerra di tutte le guerre!

Chi desidera l’Italia chi la Gran Bretagna
chi Mosca chi Milano e chi Losanna...
Nessuno vuol svegliarsi a Bekanir
a Kàssala a Bilonga a Mocastir...
Nisciuno sceglie l’Africa nessuno il Mato Grosso
nessuno vuol patire la fame
nessuno vuole essere pelle e ossa.

SDono ciechi e figli di Sant’Antonio
ma dimostrano di veferci molto bene...
ùSono nudi e figli di San Giovanni
ma desiderano solamente i vestiti migliori...

E poi se passa sulle terre povere
tutto a un tratto non vogliono più una madre
e gridano come invasati
maledicendo il giorno della nascita.
E allora Salvatore che può fare?
Torna indietro per farli contenti?
Non li ascolta proprio: lui è testa dura!
Prende il drappo e vola come un uccello
sempre più su va volando
e con questa cesta in alto se ne sale...

E sale sale sale sale in cielo
e quando non li sente più apre il drappo
e quelli stonati dall’aria molto fina
vanno ondeggiando come un sacchetto...
Il vento li porta avanti di lato indietro
e loro sulla terra senza poter dire una parola
scendono delicatamente e poi tutti assieme
entrano con grazia in ogni singola pancia
di ogni mamma e come vengono fuori
chiedono solamente di mangiare.

Perciò non sanno se sono neri oppure bianchi
se sono nato in una reggia o sotto un banco...
Sono francesi cinesi o americani
stendono piangendo solo le mani
cercando nel buio il seno della madre
perché mia cara gente questa vita è bella.


Club Scrivere Peppe Cassese 03/12/2015 07:08| 1493


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - poeta per te zaza
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Se potessimo scegliere dove nascere, che succederebbe?»


 
I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Scrivi le tue sensazioni su questa poesia
Hai una sensazione, un messaggio, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori?
Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2020 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it